Prospettiva del dollaro USA rialzista sull’affare commerciale, dati di vendite al dettaglio

L’outlook sul dollaro USA è rialzista per quanto riguarda i dati sulle vendite al dettaglio. Dopo un periodo difficile nei mercati delle materie prime e delle materie prime industriali che ha portato a livelli elevati di volatilità, il rapporto sulle prospettive del dollaro USA ha rilevato che, sebbene i mercati delle materie prime e delle materie prime industriali siano scesi di circa il 10%, alcuni indicatori chiave come l’indice delle materie prime EM a piccola capitalizzazione erano ancora elevati. Allo stesso modo, il settore sanitario sta prosperando con la crescita complessiva della spesa sanitaria, mentre molti altri settori, come l’elettronica, sono ancora in una nota negativa. D’altra parte, una varietà di rivenditori influenti sono aumentati dopo i loro annunci sugli utili.

Anche i rivenditori hanno avuto delle ottime notizie. Inoltre, anche i dati sulle vendite al dettaglio sono risultati positivi, il che è sempre importante per le prospettive del dollaro USA. Inoltre, i dati settoriali del settore sono stati positivi e è probabile che le elevate prospettive del dollaro continuino. E pensare, un gruppo di commercianti al dettaglio ha affermato che è improbabile che l’indice di fiducia dei consumatori cadrà, poiché una parte sostanziale di ciò verrebbe dai settori all’ingrosso / al dettaglio.

Il rapporto Outlook sul dollaro USA sulle vendite al dettaglio è stato in qualche modo più positivo. Anche la fiducia dei consumatori non rientra nell’area in declino. Naturalmente, la crescita dei prezzi delle materie prime è di solito leggermente in rialzo e l’indice Refiners probabilmente manterrà il ribasso, il che significa che l’indice di fiducia dei consumatori continuerà probabilmente ad essere positivo e nei numeri più alti.

I dati sulle vendite al dettaglio hanno anche scoperto che il “bel tempo” ha contribuito a vendite veloci. Quanto segue proviene dal rapporto Outlook sul dollaro USA:

Nel frattempo, l’aumento delle vendite al dettaglio punta a ulteriori guadagni nel settore della vendita al dettaglio. Questi guadagni sembrano leggermente compensare la mancanza di vendite al dettaglio (che sarebbe normalmente interpretata come negativa).

Dalle prospettive del dollaro USA vediamo che gli indicatori chiave per le materie prime industriali supportano le prospettive del dollaro USA, sebbene non l’indice dei consumatori confidenti o small cap. Vediamo anche che le vendite al dettaglio e l’indice Refiners sono positivi, sebbene, come abbiamo delineato nel dettaglio, funzioneranno in numeri piuttosto alti.

E poi i numeri delle vendite al dettaglio sono arrivati ​​in cifre molto forti e al dettaglio. Nel complesso, si tratta di un rapporto sulle vendite al dettaglio piuttosto buono.

Nel complesso, la prospettiva del dollaro USA rimane rialzista su tutti questi indici chiave e sui dati delle vendite al dettaglio. C’è molto supporto per questo nei dati del settore retail. Inoltre, questo è stato un periodo in cui l’incertezza globale ha continuato a crescere e, non a caso, il settore della vendita al dettaglio è stato influenzato negativamente.

Come sempre, continueremo a essere rialzisti sui dati relativi alle vendite al dettaglio, all’indice small cap e alle vendite al dettaglio. È molto importante vedere lo stato patrimoniale del commercio al dettaglio, poiché la forza delle vendite al dettaglio può fornire un livello di copertura a questo scenario negativo.

Quello che abbiamo visto nelle cifre delle vendite al dettaglio è che c’è un certo punto di forza nelle vendite al dettaglio, e questa è una buona notizia per le prospettive del Dollaro USA. I numeri delle vendite al dettaglio sono generalmente piuttosto forti, e i numeri delle vendite al dettaglio non sono affatto bassi. E, se questi dati sulle vendite al dettaglio mostrano un certo punto di forza, ciò significa che le prospettive valutarie rimangono rialziste su tutti questi indici di dati sulle vendite al dettaglio.

Come sempre, la prospettiva del dollaro USA è ancora rialzista sui dati delle vendite al dettaglio, anche se questo non è inaspettato poiché i numeri delle vendite al dettaglio non sono affatto in calo. I dati relativi alle vendite al dettaglio sono stati positivi rispetto ai dati relativi alle vendite al dettaglio.