Il dollaro USA sale, la sterlina britannica (GBP) scende al minimo del 1985, Londra è pronta per il Lockdown

La sterlina britannica (GBP) ha toccato un nuovo minimo nei confronti del dollaro USA. Ciò significa che il dollaro è in forte aumento rispetto al London InterbankOffrated Rate (LIBOR), un tasso di interesse importante per il settore bancario britannico.

È come se le banche avessero puntato sul cavallo sbagliato, anticipando un ammorbidimento degli standard di prestito che avrebbe comportato la caduta delle azioni bancarie, ma ciò sembra accadere comunque. C’è il timore che le banche “zombi” – le banche che non erano realmente “banche” prima della crisi – potrebbero mettersi nei guai, con i loro creditori che chiedono tassi di interesse più elevati. In effetti c’è il timore che alcuni dei peggiori istituti di credito collassino del tutto.

Quindi cosa facciamo dell’EUR / USD e in che modo può influire su di noi nei prossimi mesi? Dobbiamo ricordare che l’EUR / USD è oggi il principale prezzo di scambio nei mercati FX ed è probabilmente una delle maggiori medie mobili (convergenza media mobile) e livelli di resistenza disponibili al momento.

Ma dobbiamo anche guardare oltre l’EUR / USD e adottare una visione più ampia, concentrandoci sulla crisi europea (e della più ampia zona euro). Vedremo il ruolo storico dei movimenti e degli eventi valutari.

Negli ultimi 30 anni, le valute hanno raramente agito indipendentemente dagli sviluppi politici – e nelle prime fasi della crisi europea (e della più ampia zona euro), questo non sarebbe stato necessariamente il caso. Dopotutto, eravamo ancora in una crisi economica.

Ma l’attuale situazione nell’Eurozona ha visto l’Euro (e l’Eurozona) assumere una nuova colorazione politica. E questo ha anche avuto un impatto enorme sul ruolo della valuta nei nostri affari.

Per capire perché è così, dobbiamo essere chiari su cosa intendiamo per “politico”. Quando usiamo il termine politico, ci riferiamo a ciò che i politici dicono o fanno, in particolare sulla scena internazionale, come i negoziati e talvolta le azioni che intraprendono. Al contrario, stiamo parlando di questioni finanziarie “economiche”.

Negli ultimi giorni, i leader dei paesi dell’Eurozona sono stati in una corsa contro il tempo per cercare di trovare una soluzione all’attuale crisi dell’Eurozona. È una gara che sembra non andare da nessuna parte in fretta.

Per quanto riguarda i termini che stanno prendendo in considerazione, ciò non è ancora chiaro ed è ancora più complicato per risolvere la crisi dell’euro. Ma sembra che siano dettati dalla pressione della Germania, che è preoccupata quasi quanto lo siamo per la prospettiva di un grave contagio da Italia, Spagna e Portogallo.

A causa delle norme fiscali dell’UE che limitano l’ammontare del debito pubblico che i paesi possono sostenere e il processo attraverso il quale sono autorizzati a entrare nel meccanismo di cambio (ERM), esiste un rischio molto reale che altri paesi extra-UE si sposteranno l’ERM. E ciò creerà tutta una serie di problemi per l’Europa.

Le conseguenze della decisione di seguire il percorso ERM sono molto diverse per la Grecia rispetto a quelle per l’Italia o la Spagna, ad esempio, ma è la stessa dinamica generale della crisi dell’Eurozona, ed è per questo che è così importante che esiste una soluzione efficace a questa crisi che evita il contagio. contagio.

Dovremmo esaminare gli altri fattori chiave che stanno guidando i movimenti di valuta nel mondo oggi e dovremmo anche concentrarci sul modo in cui i flussi di informazioni nel mondo si stanno ora comportando. e il modo in cui si riflette nella risposta ai recenti eventi economici.