Decisione sulla politica monetaria della RBNZ: a cosa prestare attenzione

Forza NZD in linea con la decisione sulla politica monetaria della RBNZ: a cosa prestare attenzione mentre ci spostiamo verso le previsioni di agosto

RBNZ non si vede diminuire a causa della decisione sulla politica monetaria della RBNZ RBNZ non vede il calo a causa della sua decisione di politica monetaria: forza della NZD in conformità con le ipotesi della RBNZ, in particolare le previsioni economiche di agosto, l’MPS di agosto e la dichiarazione economica di luglio erano tutti migliori della previsione RBNZ, in particolare la previsione per il PIL Q2. Ciò nonostante la dichiarazione economica di luglio mostrava che il PIL della Nuova Zelanda si era contratto dello 0,5%, sebbene la maggior parte degli analisti si aspettasse che questo aumentasse e aumentasse. Il governatore della RBNJ Graeme Wheeler ha espresso la sua opinione che l’economia è cresciuta bene nell’ultimo anno, quindi direi che la RBNJ non andrà da nessuna parte presto.

Decisione sulla politica monetaria della RBNJ: non si è visto diminuire dato il punto di vista del governatore della RBNJ Graeme Wheeler Le prospettive economiche di agosto e la dichiarazione economica di agosto hanno mostrato che c’erano più persone in cerca di lavoro sul mercato che posti di lavoro disponibili. Ma ha anche mostrato che i tassi di occupazione sono aumentati leggermente e che la disoccupazione non è diminuita tanto quanto i due mesi precedenti. Dato il parere del governatore della RBNJ Graeme Wheeler secondo cui sul mercato stanno arrivando più posti di lavoro, sembrerebbe che abbia sostenuto tale punto di vista e non abbia escluso un taglio dei tassi di interesse della RBNJ. Alcuni prevedono un taglio dei tassi di interesse il prossimo mese a causa di dati economici inferiori e maggiore inflazione.

Decisione sulla politica monetaria della RBNJ: in calo a seguito delle opinioni del governatore Wheeler della RBNJ Da settembre, un certo numero di analisti prevede che la Reserve Bank of New Zealand taglierà il suo tasso di interesse chiave, e forse anche il tasso base. Tuttavia, l’Economic Outlook di agosto ha mostrato che la disoccupazione è leggermente diminuita e che il PIL si è contratto solo marginalmente al di sopra della previsione di luglio di -11,4%. Dato che ci sono più posti di lavoro in arrivo sul mercato e che l’inflazione è diminuita, il governatore della RBNJ Graeme Wheeler potrebbe essere più che soddisfatto delle prospettive economiche così come sono a questo punto e sarà felice di aspettare che i dati di settembre lo dimostrino l’inflazione è rimasta bassa o è ulteriormente diminuita.

Decisione sulla politica monetaria della RBNJ: non si è visto un calo dato il punto di vista del governatore della RBNJ Graeme Wheeler Da dicembre, l’Economic Outlook di agosto ha mostrato che sia la produzione industriale che quella delle famiglie erano più forti delle previsioni e che la crescita ha accelerato. Date le opinioni del governatore della RBNJ Graeme Wheeler, presumo che non si aspetti che l’inflazione scenda molto, ma ha dato il via libera alla politica monetaria della RBNJ per tagliare ulteriormente i tassi di interesse.

Decisione sulla politica monetaria della RBNJ: in calo a seguito delle opinioni del governatore Wheeler della RBNJ date le opinioni del governatore Wheeler della RBNJ Da ottobre, la RBNJ ha mostrato che le sue proiezioni per la crescita del PIL del secondo trimestre erano sovrastimate e l’economico Outlook di luglio ha mostrato un calo del PIL al di sopra delle previsioni. Da allora, RBNJ ha dimostrato di prevedere un’accelerazione della crescita nei prossimi sei mesi.

Decisione sulla politica monetaria della RBNJ: in calo a seguito delle opinioni di RBNJ Poiché RBNJ ha dimostrato di aspettarsi un’accelerazione della crescita del PIL nei prossimi sei mesi da dicembre, è una scommessa sicura che non taglierà ulteriormente i tassi di interesse nel prossimo futuro. La RBNJ prevede una crescita economica più forte a causa di una domanda globale più forte, una minore volatilità dei prezzi del petrolio e una migliore domanda interna. In effetti, la RBNJ prevede che la crescita del PIL aumenterà di circa l’1% all’anno nei prossimi cinque anni e il Tesoro RNZ prevede che a medio termine RNZDPE non avrà bisogno di tagliare il suo tasso di interesse dopo aver raggiunto la sua previsione del 3,6% a metà budget annuale.

Quindi, mentre è improbabile che RBNJ tagli presto i tassi di interesse, la politica monetaria della RBNJ rimane relativamente invariata e si prevede che l’economia RNZ continui a crescere a circa il 3% all’anno. Per quanto mi riguarda, sono soddisfatto delle prospettive economiche e sarei felice se l’economia RNZ continuasse a crescere a quel ritmo fino al prossimo anno (quando può permettersi di aumentare il suo tasso di interesse), ma lo sento è importante fare attenzione a eventuali cambiamenti improvvisi nell’economia RNZ.